Agostino Bonalumi (1935 - 2013)

Agostino Bonalumi studiò disegno tecnico e meccanico ed esibí i suoi primi lavori al "Premio Nazionale Città di Vimercate" nel 1948, all'età di tredici anni.

 

La sua prima esposizione avvenne alla Galleria Totti di Milano nel 1956. Nel 1958 iniziò a lavorare con Enrico Castellani e Piero Manzoni. Assieme esposero alla Galleria Pater, a Milano, a Roma e a Losanna. Fondarono la rivista Azimuth e, in occasione dell'inaugurazione della galleria legata alla rivista, Bonalumi espose le proprie opere.

 

Iniziò ad elaborare il concetto della "pittura-oggetto", seguendo l'idea del suo precursore e mentore, Lucio Fontana. Bonalumi vantava forti legami col mondo artistico tedesco, grazie all'interesse di Udo Kultermann per le sue opere e la collaborazione che gli propose alla galleria M.E Thelen di Essen. Strinse inoltre importanti contatti con il Gruppo Zero, documentati da esposizioni come quella di Londra del '64 e quella di Milano del '65.

 

 © 2021 MELZI FINE ART S.R.L  | VAT N° 10495050964