Arnaldo Pomodoro (1926)

Fratello del noto scultore Gio Pomodoro, Arnaldo Pomodoro è considerato  uno dei più grandi scultori contemporanei italiani.

Terminati gli studi di geometra nel 1954 si trasferisce a Milano e stringe amicizia con Fontana, Baj, Dangelo, Milani, Sanesi, Mulas, altri artisti e uomini di cultura.

Nello stesso anno, dopo l'invito alla Triennale,  Pomodoro espone le prime opere di scultura in una personale alla Galleria del Naviglio; i suoi interessi di conoscenza, già volti verso l’ambiente artistico internazionale, lo portano ad instaurare rapporti continuativi di lavoro negli Stati Uniti, in Francia, Danimarca, Belgio e numerosi altri paesi.

 

Nel 1961-1962, fa parte insime a Lucio Fontana del gruppo informale "Continuità", grazie al quale ha modo di raffinare la propria cifra stilistica nell'equilibrio tra le geometrie esterne e meccanismi interni delle sue creazioni.

Il suo linguaggio caratteristico, informale, si va evolvendo adattandosi di volta in volta alle caratteristiche della materia: le sfere in bronzo, materiale prediletto, si scompongono, si "rompono" e si aprono davanti allo spettatore, che è portato alla ricerca ed alla scoperta del meccanismo interno.

Le sue opere monumentali sono collocate nelle maggiori città del mondo. Vive e lavora a Milano.

 

 

 

 

Mostra altro

Disco in forma di rosa del deserto

2006

bronzo

diametro 70 cm

edizione 6 di 8 esemplari

 

Provenienza: Collezione privata, Lodi.

 

 © 2021 MELZI FINE ART S.R.L  | VAT N° 10495050964