Remo Bianco (1922 - 1988)

Remo Bianchi (conosciuto come Remo Bianco) nacque a Milano il 3 giugno del 1922.

 

Nel 1937 si iscrisse ai corsi serali dell'Accademia di Belle Arti di Brera, dove incontrò de Pisis, Carrà, Sioni, Savinio, Soffici, Soldati, Marini e Cantatore.

Nel 1955 viaggiò alla rotta degli Stati Uniti, dove incontrò Jackson Pollock. Da Pollock imparò le tecniche dell'espressionismo astratto e del dripping, tuttavia non perse la sua passione per la proporzione e l'ordine. Nacque la serie dei "Collages": fogli dipinti, ritagliati in piccoli riquadri, ricomposti come collages o mosaici ed assemblati a scacchiera. 

Dallo sviluppo dei Collages, Bianco arriva alla creazione delle sue opere più conosciute: i Tableau Dorè. La cospiscua serie dei Tableau Dorè si caratterizza per la potenza e l'eloquenza, ma allo stesso tempo il mistero e la profondità che la foglia d'oro riesce ad evocare con la propria luce. 

Bianco prolungò la sua produzione dei Tableau dorè fino agli anni '80; durante questo periodo iniziò un processo di evoluzione, consciuto come "Le Appropriazioni", caratterizzate dall'applicazione da parte dell'artista della foglia d'oro su oggetti di qualsiasi dimensione della vita quotidiana.

 

Remo Bianco
1962, golden leaf on panel, 34x60cm
Tableau Dorè
1970, Golden leaf on canvas, 70x40cm
Impronta D.122
1964, acrylic and silver leaf on canvas, 60x50 cm
Show More

 © 2021 MELZI FINE ART S.R.L  | VAT N° 10495050964